Cima Ladrinai

La Concarena è situata all’estremità nord-orientale della dorsale che separa la media Valcamonica dalla Valle di Scal-ve: la salita alla Cima Ladrinai è considerata escursionistica sino al Bivacco Val Baione per poi diventare più impegna-tiva in quanto occorre risalire una cresta in parte attrezzata con cavo d’acciaio. Raggiungiamo la località Sommaprada, in Val di Lozio (mt. 1050) dove parcheggiamo nella parte alta del piccolo bor-go. La nostra escursione inizia su sentiero con segnavia n. 81 che ci porta alla chiesetta di Santa Cristina (mt. 1155) posizionata all’imbocco della Val Baione nel luogo dove fu distrutto un castello; qui vennero scoperte sepolture bar-bariche del IV secolo. La Val Baione che ora andiamo a risalire presenta un aspetto selvaggio; nella prima parte ri-montiamo a zig zag dei ghiaioni calcarici avendo sulla sinistra le enormi scarpate del Cimon della Bagozza. Attorno a quota mt. 1600 il sentiero si addolcisce un po’, oltrepassiamo lo sbocco dello stretto canalone roccioso che scende a sinistra dal Passo delle Ortiche fino a raggiungere un bivio dove a destra si va alla Cima della Bacchetta. Noi tiriamo diritto, superiamo un altro gradone ed infine giungiamo al Bivacco Val Baione (mt. 2016), una bella strut-tura con 12 posti letto ricavata da una vecchia baita, proseguiamo superando un altro gradone e quindi per erbose e sassose chine superiori giungiamo al Passo delle Blese (mt. 2200) da dove possiamo ammirare tutte le cime del Gruppo dell’Adamello. Da qui inizia la cresta per la Cima Ladrinai; seguiamo verso Sud il sentierino con bolli rosso/bianchi che contorna un grande dosso e poi inizia ad inerpicarsi su rocce rotte. Questo tratto è in alcuni punti esposto e pertanto è stato mes-so in sicurezza con un cavo d’acciaio ma si risale senza particolari problemi. Bella è la cresta sommitale, piana ma particolarmente esposta che ci conduce alla Cima Ladrinai (mt. 2403).

Scarica la locandina